Sterilizzazione


Una delle domande che assilla maggiormente i proprietari di animali è se sia giusto oppure no sterilizzarli, considerando tale pratica “contro natura”.

La tecnica della sterilizzazione, in realtà, non è una pratica dolorosa da infliggere agli animali ma ha lo scopo di evitare problemi, come gravidanze indesiderate, e di prevenire alcune patologie che se trascurate possono addirittura portare alla morte.

Innanzitutto va detto che se andiamo ad analizzare, tutto è contro natura: il modo in cui facciamo vivere i nostri animali, le cure quotidiane che prestiamo a loro, i vaccini, le terapie se stanno male. Infatti, un gatto o un cane che vive per strada sicuramente mangia quello che trova, è soggetto a malattie infettive e parassitarie, non può curarsi se qualcosa non va.

Uno dei motivi per cui sterilizzare il cane o il gatto è quello di facilitare la convivenza ed evitare inutili stress. Il gatto maschio urina per casa per marcare il territorio, la gatta femmina vocalizza in continuazione e ha strani atteggiamenti, la cagna femmina non può essere portata al parco durante il calore poiché attirerebbe tutti i maschi del circondario!

Un altro aspetto importante è quello delle gravidanze indesiderate.

Infatti basta un momento di distrazione perché possa avvenire un accoppiamento indesiderato. Il problema diventa però sistemare i cuccioli e i gattini e questo purtroppo spesso si traduce in abbandoni.

Del resto quella del randagismo è una piaga difficile da debellare e l’unico mezzo efficace è quello di sterilizzare i nostri animali.

Per quanto riguarda le colonie feline, se ciò non avvenisse, nascerebbero continuamente gattini con il conseguente propagarsi di malattie infettive.

Per quanto riguarda invece i motivi relativi alla salute, la sterilizzazione è l’unico mezzo efficace per prevenire malattie quali i tumori mammari, patologie ovariche, l’infezione dell’utero (piometra), tumori alla prostata o ai testicoli.

Queste sono tutte condizioni che richiedono un intervento chirurgico, un conto però è sottoporre ad anestesia e chirurgia un animale sano e giovane, un conto è intervenire d’urgenza su un animale con uno stato di salute compromesso.

Studi di oncologia hanno dimostrato che intervenire prima del primo calore riduce l’incidenza dei tumori mammari maligni allo 0,5%. Gli effetti di tale prevenzione si riducono con  il secondo calore fino ad annullarsi dopo i 2,5 anni di età.

Questo è legato al fatto che la cagna, in seguito al calore, tende ad avere quella che si chiama “gravidanza isterica”, ovvero mima i comportamenti di una cagna che ha partorito arrivando a produrre latte dalle mammelle! Quindi, non è vero che il cane deve partorire almeno una volta nella vita, anzi è meglio sterilizzarlo il prima possibile!

Da sfatare è anche un’altra preoccupazione dei proprietari che pensano che in seguito alla sterilizzazione il carattere subisca dei cambiamenti. Tale dubbio è infondato, il carattere non cambia, al contrario, eliminando una causa di stress come quella legata al calore e agli ormoni, i nostri animali hanno la possibilità di vivere una vita più tranquilla e serena, come avviene nel caso del cane maschio aggressivo, per cui è indicata appunto la castrazione.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmailFacebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Leave a comment

Seguici

Back to Top